Genny: la mobilità senza barriere | Audi innovative thinking

f1-nome-paolo-badano-side-640w-310x370

Schermata 2015-06-22 alle 13.21.35

Paolo Badano ci presenta Genny, l’innovazione che ha permesso a lui e a molti altri di muoversi liberamente con la carrozzina senza l’ausilio delle mani

La necessità è la madre dell’invenzione, dice il proverbio: Paolo Badano era stanco di spingere le ruote della carrozzina con cui si spostava ogni giorno. Voleva avere le mani libere: così è nato Genny, un sistema di trasporto che permette di muoversi semplicemente spostando il peso del corpo. Gli abbiamo chiesto di parlarci di innovazione e di come questa possa aiutare a venire incontro alle diverse abilità.
Che cos’è l’innovazione per Lei?
L’innovazione è lo strumento principale utilizzato dall’essere umano per evolversi nel tempo.
Qual è l’innovazione simbolo di questa epoca?
Senza dubbio Internet.
Quali sono le fondamenta su cui si costruisce l’innovazione?
Un prodotto, per essere innovativo, necessita di tre “ingredienti” fondamentali: tecnologia, design e semplicità.
In Genny, la tecnologia si trova nella sua base autobilanciante. Grazie ad essa liberiamo la parte superiore del corpo dalla spinta e riacquistiamo autonomia.
Il suo design è pensato per integrare. Spesso incontro ragazzi per strada che mi chiedono di provarla e che quasi quasi la vorrebbero acquistare. La domanda sorge spontanea… chi mai potrebbe desiderare una sedia a rotelle in questo modo?

CONTINUA A LEGGERE SU 

http://audi-innovativethinking.it/storie/115/genny-la-mobilit-senza-barriere