Lettera a un caro amico Stephan Farfler

Rollstuhl_Farfler_1655

Nel 1633 nasceva in Germania un tale di nome Stephen Farfler, orologiaio.

In giovane età, Stephen divenne paralizzato dal bacino in giù. Non poté più muovere le gambe.
Tutto ciò creò molta frustrazione in lui, perché necessitava di assistenza e dipendeva sempre dagli altri per viaggiare. Il desiderio di indipendenza e le sue comprovate conoscenze da orologiaio lo portarono a creare un’invenzione che ci ha portati all’attuale sedia a rotelle. L’invenzione permise a Farfler di tornare indipendente. Dopo aver creato una sedia ad auto-propulsione, anche altre persone paralizzate poterono riconquistare libertà. L’invenzione permise di muoversi senza assistenza…

Стефан Фарфлер 1680-vehiculo-tricilo

PEDAL620_1717990a 

        “Caro amico Stephen, non sai quanto condivida lo spirito di indipendenza e autonomia che ti ha portato ad andare contro tutto e tutti e creare qualcosa che non si era mai visto prima. Immagino abbia dato aiuto a molte persone nelle tue stesse condizioni.
Purtroppo ho una brutta notizia da darti.
Sono passati oltre 300 anni, siamo andati sulla Luna e stiamo pensando di andare su Marte.

L’uomo è in grado di volare, ma nessuno è stato in grado di prendere la tua incredibile invenzione ed evolverla al passo coi tempi.
Se tu oggi fossi qui, ti troveresti nelle stesse condizioni in cui eri. I disabili spingono oggi come facevano ai tuoi tempi perché nessuno ha fatto nulla.

La buona notizia è che un manipolo di uomini che condividono il tuo stesso spirito di ribellione e voglia di innovazione stanno cercando di cambiare il Mondo, con lo scopo finalmente di evolvere la sedia a rotelle per proseguire quello che tu hai iniziato”.

Noi non ti abbiamo dimenticato, grazie.

Paolo Badano & il Genny Team